PERU'

di Mirella D'Angelo



Agosto 2005
07 AGOSTO DOMENICA – 1^GIORNO: ROMA-LIMA
PARTENZA DA ROMA DOMENICA 7 AGOSTO ORE 4,30 ARRIVO A FIUMICINO… LUNGA FILA PER L’IMBARCO AL BANCONE DELLA LUFTHANSA…QUALCUNO (RITA E ROBY) FANNO L’IMBARCO DELLE VALIGIE DIRETTAMENTE A LIMA ANZICHE’ COME TUTTI GLI ALTRI CHE LO FANNO A CARACAS!!! ( …MAI DECISIONE FU MIGLIORE…….) SOSTA A FRANCOFORTE, TANTI RICORDI PER MATTEO, MARTA, DANIELA E ANTONIO…E POI IL LUNGO VOLO PER CARACAS; 10 ORE DI VOLO TRA UNO SPUNTINO E L’ALTRO ED ARRIVO NELL’AEREOPORTO PIU’ CAOTICO DEL MONDO! QUALCUNO CI IMPONE UNA FILA…SBAGLIATA, CHE CI HA FATTO PERDERE TEMPO PREZIOSO, RAGGIUNTO IL BANCONE DELLA COPA CHE CI APPARE ALQUANTO LENTO, E SUBITO DOPO UN CERTO PEDRO HERNANDEZ DELLA LUFTHANSA SI PROPONE PER IMBARCARCI DIRETTAMENTE I BAGAGLI…………QUESTA OFFERTA DI GENEROSITA’ RISULTERA’ FATALE PER LA NOSTRA COMITIVA! A QUALCUNO VIENE IN MENTE DI CHIEDERE AL COMANDANTE DELL’AEREO SE LE NOSTRE VALIGIE SONO STATE IMBARCATE…LA RISPOSTA NEGATIVA CI GETTA NEL PANICO, NELL’ANGOSCIA, NELL’ANSIA E POI NELLA RABBIA, NELLE POLEMICHE, NELLE CONGETTURE. SOLO QUALCHE MINUTO DI SONNO, DA CARACAS A PANAMA E DA PANAMA A LIMA, LENISCE IL PENSIERO.

LA SPERANZA DI TROVARLI A LIMA COLPISCE POCHI, MA LO SCONFORTO COLPISCE TUTTI QUANDO DAL NASTRO DELL’AEREOPORTO DI LIMA TROVIAMO SOLO I BAGAGLI DEI “SUPERFORTUNATI PER CASO” ROBERTO E RITA! LI’ TROVIAMO UN RESPONSABILE DELLA SICUREZZA BAGAGLI, GIA’ STATO INFORMATO DA CARACAS, CHE FA UNA DICHIARAZIONE DI SMARRIMENTO…SEMBRA CHE PRIMA DI TRE GIORNI NON SI POTRANNO RIAVERE!!! AD ASPETTARCI FUORI DALL’AEREOPORTO C’E’ MICHELE MOSCA ( NOSTRO REFERENTE PER TANTI E TANTI MESSAGGI DA PIU’ DI UN ANNO A QUESTA PARTE) E CENTINAIA DI PERSONE CHE ATTENDEVANO…FORSE NOI!?! ARRIVATI IN ALBERGO (HOTEL FARAONA 3***) IL SONNO E LA STANCHEZZA CI INDUCONO ALLA RASSEGNAZIONE E ANDIAMO A LETTO.
foto tratta da Perù e Los Roques, di Mirella D'Angelo foto tratta da Perù e Los Roques, di Mirella D'Angelo foto tratta da Perù e Los Roques, di Mirella D'Angelo foto tratta da Perù e Los Roques, di Mirella D'Angelo
08 AGOSTO LUNEDI – 2 ^GIORNO: LIMA - RISERVA DI PARACAS - OASI DI HUACACHINA - ICA
SVEGLIA ORE 7.00 E A COLAZIONE IL DISCORSO PRINCIPALE E’ SEMPRE QUELLO DELLE VALIGIE…LA PREOCCUPAZIONE DI NON RIAVERLE E’ SEMPRE PIU’ FORTE… CI FERMIAMO IN UNA SPECIE DI FARMACIA PER ACQUISTARE LE NECESSITA’ PRIMARIE, SPAZZOLINI DENTIFRICI, DEODORANTI…..E LASCIAMO LIMA, CITTA’ DOVE LA POVERTA’ REGNA SOVRANA, VEDIAMO LE BIDFONVILLES CON LE CASE DI LAMIERA E DI MATTONI ESSICCATI AL SOLE VEDIAMO LA POVERTA’ E L’EMARGINAZIONE DI CUI E’ CAPACE UNA CITTA’ DI QUASI NOVE MILIONI DI ABITANTI, FRA I QUALI MOLTI CAMPESINOS CHE HANNO ABBANDONATO LA MISERIA DELLA CAMPAGNA PER VENIRE QUI A CERCAR FORTUNA………..MA NON CREDO CHE L’ABBIANO TROVATA!.....................................MA IL VIAGGIO DEVE CONTINUARE E CONTINUA VERSO PARACAS, NELLA “RISERVA NAZIONALE”.

E’ UNA ZONA DESERTICA POSTA TRA IL PACIFICO E LE ANDE. SUGGESTIVA LA GROTTA DELLA CATTEDRALE CHE DA SULLA SPIAGGIA “DEL DIAVOLO” DOVE NIDIFICANO NUMEROSI UCCELLI CHE NELLA LINGUA LOCALE SI CHIAMANO “SULE”. INTERESSANTE IL MUSEO DA CUI ABBIAMO POTUTO APPRENDERE LA STORIA DEL PAESE. DA UN’ ORCHESTRINA ANDINA (LA PRIMA DI UNA LUNGA SERIE) CHE NON TUTTI HANNO GRADITO. PIATTO TIPICO A BASE DI PESCE CRUDO “CEVICHE” CHE E’ STATO APPREZZATO DAI “MACHI” DEL GRUPPO! DURANTE IL PRANZO ABBIAMO APPRESO DA MICHELE CHE LE VALIGIE SONO STATE RINTRACCIATE……….…SI MA A BARCELLONA. A QUESTO PUNTO SI E’ RIANIMATA E RIACCESA LA CONVERSAZIONE SUI BAGAGLI. DI FATTO TUTTI SIAMO ANDATI IN UN “MERCATO COPERTO” PER ACQUISTARE INDUMENTI DI PRIMA NECESSITA’:… MUTANDE,CALZINI, FELPE E MAGLIETTE!!! CI SIAMO GRATIFICATI IN QUESTO MODO!

LA DIREZIONE DEL POMERIGGIO E’ STATA HUACACHINA E’ UN’ OASI CHE HA AVUTO ORIGINE QUANDO UNA PRINCIPESSA, SVESTITASI PER IL BAGNO E GUARDANDOSI ALLO SPECCHIO, VIDE CHE UN CACCIATORE LA STAVA OSSERVANDO; EBBE UN SOPRASSALTO E LASCIO’ CADERE LO SPECCHIO CHE SI TRASFORMO’ IN LAGUNA. IL POSTO E’ CIRCONDATO DA PALME E DUNE SABBIOSE CHE SI PRESTANO PER IL SURF. PIU’ TARDI ABBIAMO PRESO D’ASSALTO UN MERCATINO DI ICA PER L’ACQUISTO DI MUTANDE, CALZINI, MAGLIETTE, PILE, K-WAY E QUANTO ALTRO CI POTESSE SERVIRE PER SEMBRARE MENO SPORCHI E PER LA GITA DEL GIORNO DOPO, PER LA QUALE SI TEME FREDDO, SPRUZZI D’ACQUA E GUANO. CENA MOLTO APPETITOSA E CARATTERISTICA( ABBIAMO INIZIATO A MANGIARE LA CARNE DI ALPACA….) NELL’ALBERGO “LAS DUNAS***”, MOLTO BELLO…FORSE IL PIU’ BELLO DI TUTTO IL VIAGGIO!

9 AGOSTO MARTEDI- 3 ^ GIORNO : ICA-ISOLE BALLESTAS-NASCA
OGGI C’E’ UN’ ARIA NUOVA SUL PULMAN (FORSE SARA’ PER GLI INDUMENTI PULITI COMPRATI IERI AL MERCATO).
LA BUONA NOTIZIA E’ CHE I BAGAGLI AL 90% DOVREBBERO ESSERE A LIMA E QUINDI QUASI RECUPERATI. A BORDO PIETRO RICEVE E FA TELEFONATE DI LAVORO, QUINDI E’ STATA FATTA UNA PETIZIONE PER STACCARGLI IL TELEFONO, O, IN ALTERNATIVA PREPARARGLI UNA POSTAZIONE DI LAVORO IN FONDO AL PULMAN. P.S. LA PETIZIONE HA RICEVUTO L’UNANIMITA’ DEI CONSENSI. LA SVEGLIA E’ STATA DI BUON ORA ( ORE 6,00…E L’ATMOSFERA E’ MOLTO UGGIOSA, NEBBIA E FREDDO COME NELLE NOSTRE GIORNATE DI NOVEMBRE, SPERIAMO CHE MIGLIORI…) PER POTER RAGGIUNGERE, DA PARACAS, LE ISOLE BALLESTAS. COME PREVISTO SULLA BARCA FACEVA MOLTO FREDDO, NON TUTTI ERANO EQUIPAGGIATI A SUFFICIENZA…L’UNICA CHE SEMBRAVA LO FOSSE ERA ANNAMARIA…MA UNA COSA NON AVEVA PREVISTO…CHE LE SCARPE DI CORDA, A CONTATTO CON IL BAGNATO CHE ERA SUL FONDALE DELLA BARCA, ASSORBISSERO L’ACQUA FINO ALLA CAVIGLIA BAGNANDO ANCHE I CALZINI! LO SCENARIO INTORNO A NOI ERA INCANTEVOLE, INUSUALE, CHE DENOTA I MILLE VOLTI DEL PERU’.

LA ROCCIA DELLE ISOLE ERA RICOPERTA DA GUANO ED IN ALCUNI PUNTI ANCHE LA SUPERFICIE DELL’ACQUA ED IN ALCUNI MOMENTI ANCHE MARTA E DOMENICO. VENGONO CHIAMATE LE PICCOLE GALAPAGOS, IN EFFETTI SI TRATTA DI UN VERO E PROPRIO PARADISO NATURALE, IMMERSO NEL PACIFICO. LE ISOLE ERANO TAPPEZZATE DA CORMORANI, QUALCHE PELLICANO, PINGHUINI, LEONI MARINI, GRANCHI, COZZE…ALMENO QUESTO E’ QUELLO CHE SIAMO RIUSCITI A VEDERE! ROBERTO: TUTTI MI HANNO CAZZIATO PERCHE’ HO IMBARCATO I BAGAGLI DIRETTAMENTE A LIMA, HO RICEVUTO PIU’ CAZZIATONI IO CHE BERLUSCONI ALLE ULTIME ELEZIONI!!! COMUNQUE ORA STO VESTENDO TUTTI, MA ANCORA NON SANNO CHE A FINE VIAGGIO PRESENTO IL CONTO…SCHERZI A PARTE QUESTA STORIA DELLE VALIGIE PER CHI NON E’ COINVOLTO E’ MOLTO DIVERTENTE, NATURALMENTE CON LA SPERANZA CHE I BAGAGLI VNGANO TUTTI RITROVATI.
PARLIAMO DEL VIAGGIO: LA CATTEDRALE E’ MOLTO BELLA E TI CAPITA DI PENSARE COSA E’ CAPACE DI FARE LA NATURA…ABBIAMO COMINCIATO SUBITO A FARE LE FOTO E A CERCARE DI FARE LE FOTO DI GRUPPO…FORSE QUEST’ANNO CI SIAMO RIUSCITI IL PRIMO GIORNO! OGGI SIAMO IN UNA RISERVA MARINA CHE OSPITA MOLTE SPECIE DI RAZZE, TRA CUI LA RAZZA “CACCA”, C’ERANO LEONI MARINI, PINGUINI, PELLICANI, FENICOTTERI ECC. ECC. MA SOPRATTUTTO C’ERA UN CERTO ODORE…DICIAMO IL TIPICO ODORE CHE C’ERA SUL PULMAN PRIMA CHE IL GRUPPO FACESSE SOSTA PER ACQUISTARE UN PO’ DI VESTITI. NOTA PERSONALE: PENSA CHE QUEST’ANNO HANNO SPESO PIU’ PER MUTANDE E CALZINI CHE PER MANUFATTI LOCALI! UN BACIO ROBERTO, AI PROSSIMI GIORNI SPERANDO CHE TUTTI ABBIANO RITROVATO LE VALIGIE. MARIA GESU’ (MARISOL): “A PARACAS NON PIOVE” “PARACAS SIGNIFICA TEMPESTA DI SABBIA” “A PARACAS SE PIOVE, PIOVE SABBIA” “NO!” CI SIAMO DIRETTI A NAZCA DOVE ABBIAMO PRENOTATO PER LE ORE 14,00 IL SORVOLO PER POTER AMMIRARE LE FAMOSE LINEE NAZCA. MARTA: STO PER VOLARE…HO PAURA!!! CIAO MARTA

PURTROPPO PER OGGI NON SI VOLA!!! PER PROBLEMI DI TEMPO QUESTA MATTINA L’AEREOPORTO E’ RIMASTO CHIUSO FINO ALLE 13,00 E CI SONO DELLE CODE LUNGHISSIME. PECCATO, POTEVA ESSERE UN’ESCURSIONE DAVVERO EMOZIONANTE! POMERIGGIO A NAZCA…QUALCUNO TENTA DI MANGIARE IL POLLO ALLA PIASTRA…MA NON CI’ RIESCE!!! NEL PASSEGGIO FRUTTA VARIA COMPRESO I FICHI D’INDIA E ASSAGGIO DI UN FRITTO DOLCE DI NOME “CHURRO”…BUONISSIMO! ( PRIMA SCHIFEZZA………..SPERIAMO BENE, ALLA FACCIA DELL’IGIENE) CENA IN UN RISTORANTE MOLTO MOLTO CARINO “EL PORTON” A BASE DI CARNE D’ALPACA, LAMA, PATATE ANDINE DISIDRATATE E MUSICA ANDINA. ROBERTO: 09/08/05 ORE 20:30 ANSA DIFFONDE UN SMS PER TRANQUILLIZZARE IL RITROVAMENTO DEI BAGAGLI. ANSA: SONO STATI RITROVATI I BAGAGLI DI UN GRUPPO DI TURISTI PARTITI PER IL PERU’. IL PREMIER BERLUSCONI DICHIARA CHIUSO L’INCIDENTE DIPLOMATICO. BERTOLASO E TUTTA LA PROTEZIONE CIVILE SI ERANO ALLERTATI E AVEVANO PREPARATO TENDE E BOTTIGLIE D’ACQUA PER I PRIMI SOCCORSI. CON L’OCCASIONE BERTOLASO HA INVIATO UN SMS A TUTTI GLI ITALIANI DICENDO CHE ORA SI POTEVA ANDARE A VISITARE LA TOMBA DI PAPA GIOVANNI PAOLO || SENZA RISCHIO DI FILA. LA PROTEZIONE CIVILE, IL PREMIER BERLUSCONI E L’ITALIA INTERA RINGRAZIA LA PERU’ PARADISE PER L’ECCELLENTE LAVORO SVOLTO. 10 AGOSTO MERCOLEDI-4^ GIORNO: NASCA-AREQUIPA

COLAZIONE NELL’HOTEL “PAREDONES***”…LENTA E SCARSA! PERFORTUNA ABBIAMO INTEGRATO CON LE PATATE LESSE ANDINE…”CAMOTE!” ROBERTO: RIPARTIAMO DA NAZCA DOVE QUELLA INTELLIGENTONA DI MIA SORELLA NE COMBINA UN’ ALTRA DELLE SUE…C’ERA UN BAMBINO CHE VOLEVA PULIRE LE SUE SCARPE E LEI INVECE AVEVA CAPITO CHE LE VOLEVA PER LUI E GLI DICEVA CHE NON POTEVA DARGLIELE ALTRIMENTI COME ANDAVA IN GIRO!?! IO LO RIBADISCO SONO UN TROVATELLO NON HO NULLA A CHE FARE CON LEI…PECCATO PER IL VOLO SULLE LINEE DI NAZCA CHE NON E’ STATO FATTO…VUOL DIRE CHE BISOGNERA’ RITORNARE PER RIVEDERLE…MICHELE MI HA ANCHE INVITATO A CASA SUA AL NORD SE DOVESSI TORNARE…
P.S. LA TELECOM E OMNITEL RINGRAZIANO VIVAMENTE LA LORO CLIENTE MIGLIORE “RITA RANAGLIA” CHE PASSA META’ DEL SUO TEMPO AL TELEFONO!!! ABBIAMO APPENA VISITATO UN CIMITERO: MARIA GESU’: “QUESTA TSZONA E’ STATA ADIBITA A CIMITERO, NO?” “IN QUESTA TSZONA I TOMBAROLI HANNO RUBATO TUTTO” “SONO STATE RIPORTATE ALLA LUCE SOLO 12 TOMBE, NO?” “PER VEDERE COME SI SEPPELLIVANO I MORTI…ALLORA, NO?” “C’E’ ANCHE UN VILLAGGIO DI CONTIDINI, NO?” “VICINO A QUESTA TSZONA PASSA UN FIUME, NO? QUINDI C’E’ UN INSEDIAMENTO DI CONTADINI, NO?” “IN QUESTA TSZONA E’ PIENO DI OSSA E PEZZI DI VASELLAME, NO?” P.S. ROBERTO VINCE PER DISTACCO, SECONDO GIULIANO, DOPO CIRCA 5 MINUTI ARRIVA IL GRUPPO COMPATTO!

LINA: OGGI DOPO UNA ABBONDANTE (QUANDO MAI!!!) COLAZIONE A NAZCA E DOPO AVER IDOSSATO ABITI PULITI (NON E’ VERO!!) SIAMO USCITI PER COMPRARE QUALCOSA PER IL PERCOSO NAZCA-AREQUIPA. OLTRE AL PANE SIAMO STATI ATTRATTI DA UN VENDITORE DI PATATE ANDINE LESSE. E TI PARE CHE PASSAVAMO OLTRE? LE ABBIAMO PRIMA ASSAGGIATE E POI FATTO RIFORNIMENTO. PRIMA SOSTA AL CIMITERO DELLE MUMMIE, DOVE CLAUDIO (SEMPRE IGNORANTE) HA ACQUISITO UN NUOVO TERMINE: L’ACETABOLO! IN VERITA’ ABBIAMO POTUTO AMMIRARE RESTI DI SCHELETRI CON LA CHIOMA QUASI INTATTA. NON SI PUO’ CONTINUARE A SCRIVERE PERCHE’ LA STRADA NON LO CONSENTE…RICORDATE CHE STIAMO ATTRAVERSANDO UNA ZONA DESERTICA. RIPRENDIAMO IL VIAGGIO DOPO I SALUTI DI MARIA GESU’, CON HECTOR E MICHELE…SIAMO ALQUANTO GIOIOSI PERCHE’ LA META’ E’ LA VALIGIA!!! ORDINE DEL GIORNO: NAZCA-AREQUIPA CON IL PULMAN, TEMPO PREVISTO: TANTE ORE! ALL’ARRIVO IN ALBERGO “CASA ANDINA” APPRENDIAMO CHE LE NOSTRE VALIGIE SONO IN CAMERA…NOI DIFFIDENTI ABBIAMO VERIFICATO SUBITO…EVVIVA!!! MANCA SOLO QUELLA DI VANDA, CI DISPIACE!! QUINDI DOCCIA CALDA, INDUMENTI PULITI, CENA LEGGERA SEMPRE CON L’ACCOMPAGNAMENTO DI UN’ORCHESTRINA PERUVIANA E UNA PASSEGGIATA PER AREQUIPA.

LA SOLITA PLAZA DES ARMES MOLTO MOLTO CARINA E AFFOLLATA DI TURISTI E GENTE DEL POSTO, IL PORTICATO A DIFFERENZA DELLE ALTRE PIAZZE HA UN PIANO SOPRAELEVATO PIENO DI LOCALINI, DAI QUALI SI GODE UN OTTIMO PANORAMA. LA MIA IMPRESSIONE E’ STATA QUELLA DI UNA CITTA’ DOVE IL SOLDO C’E’, QUINDI BEI NEGOZI, GENTE VESTITA IN MANIERA OCCIDENTALE…..ARRIVIAMO IN PIAZZA DI SAN FRANSISCO: UN INCANTO…LA CATTEDRALE MAESTOSA CON DUE TORRI, CIRCONDATA DA PORTICATI…E’ UN SOGNO! L’ILLUMINAZIONE E’ AZZECCATA! TORNIAMO IN ALBERGO DOVE LE VERE SIGNORE AMMIRANO LA VETRINA DELLA GIOIELLERIA “ILARIA PERU’” PER I PRIMI ACQUISTI IMPORTANTI.
DIMENTICAVO: SIMONA NON E’ USCITA PER LA PASSEGGIATA NOTTURNA, AVEVA SONNO, E’ UNA PUPA…

11 AGOSTO GIOVEDI-5^ GIORNO: AREQUIPA CITY-COLCA CANYON
TOUR DELLA CITTA’ DI AREQUIPA DETTA LA CITTA’ BIANCA PER LA ROCCIA VULCANICA DETTA SILLAR, CON CUI SONO COSTRUITI MOLTI EDIFICI. VISITIAMO UNA SORTA DI AGRITURISMO DOVE FACCIAMO RIFORNIMENTO DI CARAMELLE E FOGLIE DI COCA, E DOVE POSSIAMO AMMIRARE I PRIMI ESEMPLARI DI ALPACHE E LAMA, OLTRE CHE UN PANORAMA MERAVIGLIOSO…….AMMIRIAMO I TRE VULCANI IL MISTI, IL PICHI PICHU E IL CHANCHANI CHE FANNO DA CORNICE ALLA CITTA’. POI CI DIRIGIAMO VERSO LA PLAZA DES ARMES DOVE C’E’ UNO SICPERO DELLE INFERMIERE…….

VISITIAMO LA CATTEDRALE DOVE L’ALTARE E’ DI MARMO DI CARRARA IL PULPITO E’ FRANCESA E L’ORGANO E’ BELGA! A PIEDI RAGGIUNGIAMO LA CHIESA DELLA COMPAGNIA DEI GESUITI CON UN CHIOSTRO PIENO DI NEGOZI, PROSEGUIAMO LA VISITA CON IL MONASTERO DI SANTA CATALINA, UNA CITTADELLA VERA E PROPRIA IN CUI NON MANCAVA NOENTE E DOVE PER CERTI VERSI SI VIVEVA MEGLIO CHE AL DI FUORI E PENSARE CHE DOVEVA ESSERE UN CONVENTO, INVECE ASSOMIGLIAVA AD UN BELL’ALBERGO!!!!! ABBIAMO ASAGGIATO I DOLCETTI FATTE DALLE SUORE, NON PIU’ DI CLAUSURA ( DAL 1985 QUANDO IL PAPA GIOVANNI PAOLO II LE ANDO’ A VISITARE E TOLSE LA CLAUSURA) DAVVERO MOLTO BUONI QUELLI ALLE MELE E ALLE CASTAGNE. DURANTE QUESTO TOUR SIAMO STATI ACCOMPAGNATI DA UN NUOVO AUTISTA E UNA NUOVA GUIDA DI NOME NORMA (PER CLAUDIO PERO’ SI CHIAMA SEMPRE MARISOL)…PARTENZA PER CHIVAY…TUTTI SIAMO PRONTI PER AFFRONTARE L’ALTA QUOTA ( DICESI “SOROCHE” O “SOROQUE”??) ABBIAMO BEVUTO LITRI DI MATE DI COCA, MASTICATO FOGLIE DI COCA, MANGIATO CARAMELLE DI COCA…….

PER PREVENIRE STO BENEDETTO SOROCHE…..MA NONOSTANTE QUESTI ACCORGIMENTI CI SONO STATE VITTIME: MIRELLA, WANDA, ANNA E DANIELE, GLI UNICI OSSIGENATI, GLI ALTRI TUTTI CON MAL DI TESTA…NONOSTANTE TUTTO SIAMO SCESI NEI POSTI SUGGESTIVI PER LE FOTO (…CE LO ORDINAVA MARISOL). VERAMENTE MARISOL DECIDEVA ANCHE QUANDO DOVEVAMO FARE PIPI’…IN EFFETTI ABBIAMO POTUTO AMMIRARE GRUPPI DI VIGOGNE, LAMA, VILLAGGI MOLTO POVERI…LE CASE SONO SEMPRE PICCOLISSIME E RICOPERTE DA LAMIERE. NOTIAMO SPESSO LA SCRITTA “ETERNIT”, POVERACCI SONO VERAMENTE LA DISCARICA DEI PAESI OCCIDENTALI.

FINALMENTE ALLE 18:40 ARRIVIAMO NEL NOSTRO ALBERGHETTO (“POZZO DEL CIEL***”), CARINISSIMO, SUGGESTIVO, CONFORTEVOLE. I CAMERIERI HANNO PORTATO IN OGNI STANZA LE BORSE D’ACQUA CALDA…ED ABBIAMO CAPITO PERCHE’: TEMPERATURA 5°! CENA ( per chi l’ha fatta) A BASE DI ZUPPA E CARNE, ALPACA, POLLO, LAMA ECC . ALCUNI (POCHI) SONO ANDATI A FARE IL BAGNO PRESSO LE TERME “LA CALDERA”. DOPO CENA LE PERSONE “DURE”, CLAUDIO, GUIDO, GIULIANO, ROBERTO, LINA E JACOPO (IL QUALE ERA IN REALTA’ A DORMIRE DA DUE ORE…) HANNO AZZARDATO UNA SOSTA NEL CORTILE (TEMPERATURA 3°) CON UN SORSO DI RUM E SUCCO DI PERA…BUONANOTTE…

12 AGOSTO VENERDI-6^ GIORNO: COLCA CANYON-AREQUIPA
LINA:SVEGLIA ALLE ORE 5:00…CI DISPIACE LASCIARE L’ALBERGHETTO, VUOI PERCHE’ FA FREDDO, VUOI PERCHE’ SI GODE UNA VISIONE DEL CIELO INCANTEVOLE. META: MIRADOR DEL CONDOR PREVIA SOSTA NEI VARI VILLAGGI, DOVE TUTTI FANNO FOTO A GRUPPI DI BAMBINE CHE SI ESIBISCONO IN BALLI TIPICI, DONNE CON I LAMA, BAMBINI CON FALCHI E ALPACHE ECC. ECC.

IL PERCORSO NON E’ DEI PIU’ FACILI E CLAUDIO (PAUROSO) INCREMENTA L’ANSIA. NOVITA’: CLAUDIO MI HA REGALATO UN “BORSELLINO”. E CI CREDO!! MI TRATTA SEMPRE MALE. ARRIVIAMO AL COLCA E FORTUNATI POSSIAMO AMMIRARE IL VOLO DEI CONDOR( DAVVERO MAESTOSO)CHE HANNO AVUTO LA MEZZ’ORA DI ARIA. ANCHE QUI NE APPROFITTIAMO PER FARE ACQUISTI E LI CONTINUIAMO QUANDO VISITIAMO UN MERCATO RIONALE A CHIVAY. ALLE ORE 13:00 IN PULMAN PER GIUNGERE IN AREQUIPA, DIAMO UN PASSAGGIO AL PRESIDENTE DELLA REGIONE CHE E’ RIMASTO APPIEDATO…………..…CI FERMIAMO A QUOTA 4800 METRI PER LE FOTO E PER LE “PETIZIONI” DA CREARE. ARRIVO IN AREQUIPA ALLE ORE 18:30…ALL’ARRIVO IN ALBERGO, SEMPRE SENZA LA VALIGIA DI VANDA, ABBIAMO IL TEMPO PER UNA DOCCIA E PRONTI PER LA CENA TIPICA: ALCUNI UOMINI AVEVANO RICHIESTO IL POLLO ALLA BRACE E MARISOL LI HA ACCONTENTATI CAMBIANDO IL RISTORANTE CHE ERA STATO PRENOTATO……….…CI TROVIAMO AL “POLLO REAL” CHE CORRISPONDE AL MC DONALD’S…….MOLTO MALCONTENTO DA PARTE SOPRATTUTTO DI CHI AVEVA RICHIESTO IL CAMBIO!?!?

ROBERTO: OGGI STIAMO RIPARTENDO PER PUNO…PULMAN PICCOLO, MA GIUSEPPE DORME SEMPRE, NON SI SCOMPONE MAI! IERI SERA ROBERTO (IO), JACOPO, GIULIANO, RITA, MATTEO E SIMONE SONO USCITI VISTO CHE ERA VENERDI SERA E CHE QUINDI NON SI POTEVA ANDARE A LETTO PRESTO…NON C’ERA MOLTA FAUNA LOCALE, ALLORA ABBIAMO DECISO DI FARE GLI SBORONI…ANDARE IN UN PUB ESCLUSIVO E LASCIARE 5€ SUL TAVOLO, COME SE IN ITALIA LASCIASSIMO 200€, E NON VOLEVAMO NEANCHE IL RESTO…PERCHE’ SIAMO SIGNORI! CIAO. MATTEO E JACOPO: NOTA SULLA SERATA PRECEDENTE: QUANDO ANCHE I FRATELLI RANAGLIA EBBERO ABBANDONATO LA SCENA, I QUATTRO MOSCHETTIERI NOSTRANI (OSSIA IN ORDINE RIGOROSAMENTE ALFABETICO: GIULIANO, JACOPO, MATTEO E SIMONE) PER QUANTO NOTEVOLMENTE INGOLFATI DA UN POLLO REAL (QUANTOMENO NELLA QUANTITA’ DI GRASSI) SI ACCINSERO AD AGGREDIRE, CON RINNOVATO (???) RIGORE, LA METROPOLI ANDINA. DOPO UN RAPIDO GIRO DI PERLUSTRAZIONE, NON SCEVRO DI OCCHIATE AMMICCANTI DA PARTE DEL MOLLEGGIATO GIULIANO, L’ATTENZIONE CADDE SU UNA BETTOLA PIENA DI ABITANTI LOCALI, INTENTI NELL’UNICA ATTIVITA’, OLTRE ALLA TORREFAZIONE DEI LAMA, CONCESSA DAL POSTO: TRANGUGGIARE STRANI SIDRI DALLE MOSTRUOSE GRADAZIONI ALCOLICHE (DAI 60° IN SU).

COLPITI DALLE OFFERTE SUICIDE AFFISSE IN STILE ANTICO WEST SU TAVOLE DI LEGNO, LO SPARUTO GRUPPO, NONOSTANTE UNA COMPONENTE FEMMINILE, NON SOLO RISICATA, MA ANCHE DI DUBBIO GUSTO, PRESE POSSESSO DI UN RIDICOLO, QUANTO TRABALLANTE, TAVOLINETTO DI COMPENSATO, CON ANNESSI SGABELLINI DEL MEDESIMO STILE CLAUDICANS. NON APPENA REALIZZARONO CHE I PREZZI DEL LOCO LI RENDEVANO PRESSOCHE’ PADRONI DELL’INTERO ISOLATO, ARAMIS (GIULIANO) ORDINO’ CON FARE ESPERTO UN BOCCONE DI CUBA-LIBRE; IL TUTTO SAREBBE FINITO FELICEMENTE A SCHIFIO SE SOLO LA PERCENTUALE DI RUM COINVOLTA NEL GLORIOSO MIX CUBANO NON FOSSE STATA PARI A QUELLA DELL’OSSIGENO A 12.000 METRI. NON CONTENTI, BEFFATI IN MANIERA IMBARAZZANTE DALLO SCALTRO OSTE, SI FECERO PORTARE UN NUOVO BOCCONE DEL VERGOGNOSO LIQUAME.

RASSEGNATI ORMAI DI ESSERE GABBATI DALL’ULTIMO DEGLI ULTIMI LOCALI DELL’INTERO SUD-AMERICA, L’ALLEGRA COMPAGNIA SI DIEDE ALLE CLASSICHE SCIANCE DA BAR DELLO SPORT FINO AL MOMENTO IN CUI UN INVASATO D’ARTAGNAN (JACOPO) COMINCIO’ A GRIDARE RICHIEDENDO, CON SGUARDO DA CENTRO DI IGIENE MENTALE, DI VOLERE UNA TEQUILA COME AI BEI TEMPI NELLA NATIA CITTA’. PROGETTO FALLITO DATO CHE IL SOLITO CURIOSO OSTE DECISE DI PORTARE ATOMI DI LIME: ¾ DELLA BRIGATA SE LA SBRIGARONO IGNORANDO BELLAMENTE IL VERDE AGRUME, MENTRE IL FOLLE CALUSSI SI COSPARSE IL CORPO CON I SUDDETTI SPICCHIETTI, LANCIANDO SALE A DESTRA E A MANCA NEL CENCIOSO SALOON. ORMAI DEFINITIVAMENTE UMILIATI NEL CORPO E NELLO SPIRITO, CON UN ATOS (SIMONE) INASPETTATAMENTE PIU’ IN FORMA DI TUTTI I SUOI COMPARI, I QUATTRO SI PRODUSSERO NELL’ULTIMA FORZA RIENTRARE SILENZIOSAMENTE NELLE PROPRIE TEMPORANEE ABITAZIONI: IL TUTTO SI RISOLSE IN UN GRAN BACCANO E IMPROPERI DA PARTE DI CHI, COSCIENZIOSAMENTE TENTAVA DI SMALTIRE IL POLLO CON UNA DORMITA.

TITOLI DI CODA SULA PRIMA SERATA PAZZA DELLA SPEDIZIONE IN PERU’: ATHOS, PORTHOS, ARAMIS E D’ARTAGNAN. ROBERTO: NOTA SULLA NOTA: I QUATTRO MOSCHETTIERI SI SONO MERITATI LA NEFASTA NOTTE IN QUEL PUB, VISTO CHE ROBERTO, GIA’ ANDATO IN PERLUSTRAZIONE PRIMA, AVEVA SCARTATO SENZA RIVOLGERE PAROLA ALL’OSTE.

13AGOSTO SABATO – 7^ GIORNO: AREQUIPA - NECROPOLI DI SILLUSTANI – PUNO
ROBERTO: DOPO SEI GIORNI IN PERU’ COSA RICORDO DI AVER VISTO:
1) L’INTERNO DI VARI PULMAN
2) LA SCRITTA “TURISBUS”
3) HECTOR
4) MARIA GESU’ CON IL SOSIA (MARISOL)
5) POLLO ALLA BRAZAS
6) VIGOGNE
7) MATE CON TUTTO
8) PARACAS VUOL DIRE TEMPESTA DI SABBIA
9) A PARACAS NON PIOVE MAI 10) AD AREQUIPA CI SONO 300 GIORNI DI SOLE L’ANNO
11) “GIUSTO-SI-DESSERTO-FOTO RICORDO-BAGNO CON NOI-SIAMO GIA’ ARRIVATI
12) GIUSEPPE CHE DORME
13) DOVE STA LA MIA VALIGIA
14) ABBIAMO RAPITO IL MARRAZZO DEL POSTO
15) IL CELLULARE DI RITA
16) PAPIERE GIULIANO: QUANDO VEDRO’ UN ALBERO LO STACCHERO’ E ME LO PORTERO’ IN PULMAN…

ANCORA UNA LEVATACCIA, ANCORA UN LUNGO VIAGGIO PER RAGGIUNGERE PUNO.
ABBIAMO FATTO CONOSCENZA CON LUCIO CHE SARA’ IL NOSTRO ACCOMPAGNATORE FINO A CUZCO: PERSONAGGIO MOLTO MISTICO CHE CI HA SUBITO INIZIATO A PARLARE DEI VARI IDOLI INKAS….

PAESAGGI DIVERSI DA QUELLI DESERTICI VISTI NEI GIORNI PRECEDENTI, VILLAGGI DIVERSI, VESTITI DEGLI ABITANTI DIVERSI. IL PAESAGGIO DESERTICO E’ MOLTO AFFASCINANTE, OGNI TANTO E’ INTERROTTO DA QUALCHE OASI VERDE CREATA DA CORSI D’ACQUA CHE SCENDONO DALLEA ANDE .

PERCORRIAMO LA PANAMERICANA CHE PARTE DAL MESSICO E ARRIVA ALLA TERA DEL FUOCO………..MOTLO SOLITARIA, NON SI INCONTRANO MACCHINE NEANCHE A PAGARLE……SOLO DI TANTO IN TANTO QUALCHE CAMION CHE TRASPORTA MERCI. FINALMENTE ABBIAMO COMINCIATO A SCORGERE IL LAGO TITICACA, MITICO LAGO A 3800 METRI CHE SEMBRA DAVVERO UN MARE, QUESTO LAGO E’ PER META’ PERUVIANO E PER META’ BOLIVIANO, ED E’ CIRCONDATO DA UNA VEGETAZIONE CHE NON E’ NE GIALLA NE’ VERDE, E’ DI COLORE ORO, L’ACCOSTAMNETO CON IL BLU DELLE SUE ACQUE E’ DAVVERO MOLTO BELLO E GRADEVOLE. QUI ABBIAMO INCONTRATO LA NOSTRA GUIDA DI PUNO E DEL TITICACA, MAURO, PERSONA DAVVERO MOLTO MOLTO PREPARATA CON LUI NEL POMERIGGIO ABBIAMO VISITATO LA NECROPOLI DI “SILLUSTANI”…TOMBE A FORMA DI FALLO ESTERNAMENTE, INTERNAMENTE A FORMA DI VAGINA NEL CUI INTERNO VENIVANO CALATI FINO AD UN MASSIMO DI DODICI MUMMIE.

LE TOMBE PIU’ ALTE ERANO PER LE PERSONE PIU’ IMPORTANTI, QUELLE PIU’ BASSE PER IL POPOLO. BEL PANORAMA IL TUTTO HA IMPRESSIONATO FAVOREVOLMENTE ANTONIO, E NON SOLO, LO SCENARIO ERA DAVVERO PARTICOLARE, PECCATO CHE QUALCUNO NON LO HA POTUTO AMMIRARE PER BENE, PERCHE’ L’ALTITUDINE ANCORA SI FA SENTIRE……… ARRIVO A PUNO NELL’HOTEL “GRAN PUNO INN***”: SIMONE SI ARRESTA PERCHE’ HA LA FEBBRE…PER ALCUNI LE CAMERE ERANO PESSIME E L’ACQUA CALDA SCARSEGGIAVA… PASSEGGIATA TRA LE BANCARELLE DI UN MERCATO INDIO DAVVERO INTERESSANTE,BAGNO DI ACQUISTI NEL CENTRO CITTA! CENA IN UN ISTORANTE DELLA CENTRALISSIMA VIA LIMA, CERTO CASALONE, DOVE ABBIAMO MANGIATO COME AL SOLITO MOLTO BENE! VANDA: ANCORA A TUTTOGGI LA MIA VALIGIA NON E’ STATA TROVATA…PER IL MOMENTO NON E’ UN PROBLEMA GRAVE VISTO CHE TUTTI SONO STATI COSI’ CARINI CHE MI HANNO RIVESTITO…NON SO COSA SUCCEDERA’ PER IL MARE, MI AUGURO DI RECUPERARE LA MIA ALTRIMENTI MI DOVRANNO ANCORA SUPPORTARE. UN GRAZIE GRANDISSIMO A TUTTA LA COMPAGNIA.

14 AGOSTO DOMENICA- 8^GIORNO: LAGO TITICACA-PUNO
SOLITA LEVATACCIA, PARTENZA IN BARCA PER LE ISOLE GALLEGGIANTI COSTRUITE CON UNA CANNA CHE CRESCE NEL LAGO (SI CHIAMA TOTARA)…LA RADICE LA USANO PER COSTRUIRE LA PIATTAFORMA, LA PARTE CENTRALE LA USANO COME PAVIMENTO, LA PARTE PIU’ TENERA SE LA MANGIANO.

L’ISOLA SI MUOVE CON LE ONDE ED E’ ANCORATA CON GROSSI MASSI. INFATTI APPENA SCESI LA SENSAZINE E’ QUELLA DI CAMMINARE SU DI UN AMTERASSO. ABBIAMO FATTO IL VARO DI UNA NUOVA BARCA COSTRUITA CON IL SOLITO TOTARE. ALLA COMUNITA’ DEGLI UROS NON GLI E’ PARSO VERO DI AVERE UN GRUPPO DI 27 PERSONE, ERANO MESI CHE DOVEVANO METTERE IN ACQUA UNA LORO IMBARCAZIONE, BLASAS, E CON L’AIUTO DI TUTTI, SPINGI TU CHE SPINGO IO , FINALMENTE E’ STATA VARATA LA BARCA CHE E’ STATA CHIAMATA “GUIDO” PERCHE’ E’ STATO IL PIU’ VELOCE A SALTARCI DENTRO ( VARO A BASE DI COCA COLA SPRUZZANTE….)………….

POI LO ABBIAMO SEGUITO E CI SIAMO DIRETTI AD UNA ALTRA ISOLA DOVE ABBIAMO ASSISTITO AD UN “FINTO” MATRIMONIO PER TURISTI. DOPO DUE ORE E MEZZO DI TRAVERSATA SU QUESTO LAGO CHE IN ALCUNI PUNTI SEMBRAVA UN MARE, SU UN LENTO BARCONE SIAMO ARRIVATI ALL’ISOLA DI TAQUILE E DOPO UNA BELLA ARRAMPICATA ABBIAMO FATTO SOSTA PER UN PRANZO TIPICO. IL VIAGGIO E’ RISULTATO, A DETTA DEI PIU’, NOIOSO. PERCORSO MOLTO FATICOSO PER SALIRE ALLA PIAZZA DELL’ISOLA, DOVE NON ESISTONO MACCHINE DI NESSUN GENERE E NEANCHE BICICLETTE( L’UNICO MEZZO DI TRASPORTO SONO LE GAMBE), MA CON UN PANORAMA FANTASTICO, IN LONTANANZA SI INTRAVEDEVA LA CORDIGLIERA BOLIVIANA CON LA NEVE SULLE CIME PIU’ ALTE, I COLORI DEL LAGO SOMIGLIAVANO AD ALCUNI ANGOLI DELLA SARDEGNA….ARRIVATI IN CIMA ABBIAMO INCONTRATO LE PERSONE DELLA COMUNITA’ CHE CI ABITA CHE SI DISTINGUEVANO PER IL COLORE DEL CAPPELLO GLI UOMINI ( TUTTO BIANCO I CELIBI, MEZZO ROSSO E MEZZO BIANCO GLI SPOSATI E LE DONNE CON VARI PENNACCHI CHE NON HO BEN CAPITO LA DISTINZIONE…) PRANZO SU UNA TERRAZZA PANORAMICA DI UN…..RISTORANTE, CHE SEMBRA DAVVERO UNA PAROLA GROSSA, MA CIBO DAVVERO GUSTOSO….MUSICA FIACCA! PER IL RITORNO ABBIAMO FATTO UNA STRADA DIVERSA, ABBIAMO SCESO 522 GRADINI…………….RIENTRO A PUNO ULTIMI FRETTOLOSI. MA NON TROPPO ACQUISTI AL MERCATO ARTISANAL, ACQUISTI ANCHE DALLE DONNINE ACCOVACCIATE NELL’ATRIO DEL NOSTRO ALBERGO E CENA IN UNA PIZZERIA DA GIORGIO…..ATTESA TERRIFICANTE…….PER UNA PIZZA.

15 AGOSTO LUNEDI – 9 ^ GIORNO: PUNO – CUSCO
BUON FERRAGOSTO A TUTTI!! …ANCHE SE COMINCIAMO MALE CON LA VALIGIA DI PIETRO CHE CADE DAL PULMAN E SI ROMPE………..…
SIAMO IN TRASFERIMENTO DA PUNO A CUSCO; CIRCA SEI ORE DI VIAGGIO. ALBERGO DI PUNO TRE STELLE…BISOGNEREBBE TOGLIERNE ALMENO DUE…PER IL RESTO TUTTO BENE…VIAGGIO MOLTO FATICOSO E MOVIMENTATO, TANTO DA NON TROVARE IL TEMPO PER TAGLIARSI LE UNGHIE, COMUNQUE MOLTO INTERESSANTE E MAGICO.

ROBERTO: ECCOCI ANCORA SU UN PULMAN…UN ALTRO SPOSTAMENTO DI SEI ORE. STIAMO ATTRAVERSANDO TUTTO L’ALTOPIANO…PUNO E’ MOLTO BELLA PER IL LAGO E LA NECROPOLI VISITATA, MA L’ALBERGO E I RISORANTI MEGLIO METTERCI UNA PIETRA SOPRA…ABBIAMO VISITATO IL “PORTA PORTESE” LOCALE…TUTTO IL GRUPPO E ANCHE TUTTI I MORIBONDI CHE IN ALTURA SI SONO DROGATI CON L’OSSIGENO. LA GUIDA MAURO MOLTO COMPETENTE E SIMPATICA ANCHE SE ANCORA NON ABBIAMO TROVATO UN ESSAM DEL LUOGO.
VIL PRANZO AL RISTORANTE NELL’ISOLA MOLTO SUGGESTIVA ERA BUONO, MENTRE GLI UROS SEMBRANO PIU’ UN ATTRAZIONE TURISTICA CHE UNO STILE DI VITA…ABBIAMO ANCHE VISTO UN MATRIMONIO CHE SECONDO NOI SI SARANNO SPOSATI CIRCA 10.000 VOLTE…ERA UNA FESTA SOLO PER TURISTI… ABBIAMO VARATO UNA NUOVA NAVE…QUANDO GLI RICAPITA UN GRUPPO COSI’ NUMEROSO PER SPINGERE UNA BARCA IN ACQUA!?! MOLTO TURISTICO MA BELLO. CARINA LA DISCESA NELL’ALTRA ISOLA CON 522 GRADINI MOLTO SCONNESSI. SERATA AL RISTORANTE “GIORGIO”, CHE SE CHIUDESSE DOMANI NON MI DISPIACEREBBE…CENA ACCOMPAGNATA DAL SOLITO GRUPPO FOLCLORISTICO…DOPO CENA UN GRUPPO DI BALDI GIOVANI (MARTA, BENEDETTA, GIULIANO, MATTEO, ROBERTO, RITA, SIMONE E JACOPO) SI ADDENTRANO IN UN PUB LOCALE…SI ORDINA DA BERE E SI SCRIVE SUI MURI E SUL TAVOLO CON IL PERMESSO DEL GESTORE…ANZI LUI CI OFFRE IL PENNARELLO PER I NOSTRI DIPINTI.

LA FRASE PIU’ USATA E’ STATA: ROBERTO E’ STATO QUI, ECC. ECC. POI IL GRUPPO SI DIVIDE: ROBERTO SI PORTA VIA LE DONNE E LASCIA I 4 MOSCHETTIERI SOLI A RIMORCHIARE LA FAUNA DEL POSTO………….MA POI ABBIAMO SAPUTO CHE L’UNICA COSA CHE SONO RIUSCITI A FARE E’ RIMANERE CHIUSI FUORI DALL’ALBERGO. CI SI SVEGLIA LA MATTINA PRESTO….DEL RESTO COME TUTTE LE MATTINE, SI PREPARANO LE VALIGIE, SI FA UNA RICCA (EH EH EH EH) COLAZIONE, SI CARICANO E SI……………… ROMPONO LE VALIGIE E SI PARTE… MI SONO FERMATO A SCRIVERE PERCHE’ CI SIAMO FERMATI IN UNA SPECIE DI AUTOGRILL, DA UN ANGOLO E’ APPARSA UNA DONNA CON UN CARRETTINO CON DENTRO UN AGNELLO COTTO AL FORNO…IL GRUPPO SI AVVICINA DIFFIDENTE, ANCHE PERCHE’ RICORDO CHE SONO LE 9:15 DEL MATTINO…MA DOPO UN PICCOLO ASSAGGIO SI E’ SVEGLIATO L’ISTINTO CARNIVORO DELL’UOMO ED IL CARRETTO E’ STATO PRESO D’ASSALTO, E IN MEN CHE NON SI DICA L’80% DEL GRUPPO AVEVA IN MANO UN PIATTO CON AGNELLO E PATATE. CERTO E’ UN MODO ALQUANTO INSOLITO DI INIZIARE A FESTEGGIARE IL FERRAGOSTO…….. ANCHE PERCHE’ POCO PRIMA DI FERMARSI NEL PULMAN ERA PASSATO UN PIATTO DI DOLCI E UNO DI COCCO…QUINDI DOPO IL DOLCE, LA FRUTTA…. IL SALATO E’ LA MORTE SUA. RIPRENDIAMO AL VIAGGIO…ALLA PROSSIMA!

PERU’: NOZIONI ACQUISITE DALLE GUIDE E DALLE OSSERVAZIOI DA TURISTA MA…SONO NOZIONI SPARSE!!! GRAN PARTE DELLE ZONE PERUVIANE SONO DESERTICHE; LA POPOLAZIONE, I “VESTIMENTA” GLI USI E COSTUMI SONO DIVERSI A SECONDA SE CI TROVIAMO IN CITTA’ O NEI VILLAGGI.

MEZZI DI TRASPORTO -CITTA’: TAXI “TYCO” CHE LAVORANO SEMPRE; LE AUTO PRIVATE SONO POCHE, CARRI E AUTOCARRI ANNI ’60. -VILLAGGI: TRICICLI, BICICLETTE, ASINO, MULO E SPALLE. COSTUMI -CITTA’: OCCIDENTALI. -VILLAGGI: LI DIFERENZIANO I COPRICAPO, LE GONNE; I PIEDI SONO NUDI, O CON SANDALI FATTI DI COPERTONE. ABITAZIONI -CITTA’: CASE ANCHE PIU’ PIANI, MA IN VIA DI RIFINITURA. LE ANTENNE NON MANCANO! -VILLAGGI: 1 METRO QUADRATO DI MATTONI RICOPERTO DI LAMINA O PAGLIA RINNOVABILI OGNI ANNO. L’ELETTRICITA’ RAGGIUNGE ANCHE IL VILLAGGIO PIU’ SPERDUTO! L’ALFABETIZZAZIONE E’ COMINCIATA NEGLI ANNI ’90 CON FUJIMORI?!? PER CUI SI VEDONO BAMBINI (PEQUENI) CHE PERCORRONO ANCHE KM PER RAGGIUNGERE LA ESCUELA. NON MANCA PER QUESTI BAMBINI L’INDOTTRINAMENTO ALLA RELIGIONE CATTOLICA, INFATTI: IL 13 IN OCCASIONE DEI FESTEGGIAMENTI DELL’ASSUNZIONE TUTTE LE SCOLARESCHE DELLA PROVINCIA VISITAVANO LA CATTEDRALE DI AREQUIPA. E UNA SETTIMANA DOPO QUELLA DI LIMA.

LE VIE DI COMNICAZIONE: UNA FERROVIA DEL 1840 CHE CI METTE ORE ED ORE, LA PANAMERICANA CHE ATTRAVERSA TUTTO IL PERU’, LE STRADE ASFALTATE CHE COLLEGANO SOLO LE MAGGIORI CITTA’. SI TROVANO VIE IMPORTANTI ANCORA STERRATE. ALIMENTAZIONE: ZUPPA DI CHIUA, ZUPPA DI ASPARAGI, ZUPPA DI GAMBERONI, POLLO ALLA BRACE (LASCIAMO PERDERE!), PESCE FRITTO, AGNELLO, ALPACA (MOLTO BUONA),LAMA,PORCELLINO D’INDIA… BIBITE: INCA COLA, BEVANDA GIALLA- PISCO SHAKER COME APERITIVO- PISCO LIME (UOVO E CANNELLA), CERVEZA, VINO (POCO), MATE DE COCA E MATE D’ANIS… POPOLAZIONE MOLTO ARRETRATA, GRAZIE AI GOVERNI PRECEDENTI, SI PUO’ PARAGONARE ALLA GENTE ITALIANA PRE-GUERRA…MA POVERA, DIGNITOSA, SERENA E QUASI RISERVATA.

PARLANO A VOCE BASSA, NON SONO INVADENTI E OFFRONO LA LORO MERCE SEMPRE COL SORRISO. DURANTE I PERCORSI SI NOTANO DONNE CHE, MENTRE CONTROLLANO LE MANDRIE, FILANO LA LANA, ED HANNO BIMBI SONNECCHIANTI LEGATI ALLA SCHIENA, GRUPPI FAMILIARI CHE ARANO I CAMPI (NELLE VALLATE DOVE C’E’ ACQUA E VEGETAZIONE), INFATTI L’80% DELLA POPOLAZIONE SONO CONTADINI FACILI DA INDURLI AL VOTO ANCHE SOLO REGALANDO UNA PENTOLA.

IN PERU’ NON CI SONO FABBRICHE, E LE MINIERE CHE ALTRI POPOLI HANNO SFRUTTATO NON RENDONO PIU’. MIRELLA: 10 ANNI FA E’ ACCADUTO UN FATTO STRANISSIMO: E’ NEVICATO SULL’ALTOPIANO A 4.000 METRI,( SI’ PERCHE’ QUI LA NEVE SI TROVA MINIMO A 5000 METRI, MAI AL DI SOTTO) SONO MORTE 180.000 ALPACHE, LA POPOLAZIONE HA RICEVUTO MOLTI AIUTI UMANITARI POICHE’ AVEVA PERSO TUTTO!

FINALMENTE VEDIAMO LA CORDIGLIERA DELLE ANDE…5.900 METRI CON LA NEVE SULLE CIME, DA QUI NASCE IL FIUME “URUBAMBA”: FIUME SACRO AGLI INCAS! FIUME CHE CI ACCOMPAGNERA’ FINO ALLA VALLE SACRA DEL MACCHU PICCHU. NOI SIAMO SUI 4.400 METRI…MA NON SI DIREBBE, CI SONO COLTIVAZIONI DI PATATE E NON SOLO! INCONTRIAMO LE ULTIME SIGNORE CHE PORTANO LA BOMBETTA, TRA UN PO’ LE DONNE DEL LUOGO INDOSSERANNO CAPPELLI DIVERSI, TIPO BASCO, BORSALINO. SOSTA AL PASSO “RAYA” 4.335 METRI, PAESAGGIO SPLENDIDO CON LA CORDIGLIERA CHE LUCCICA DALLA NEVE!!! ORMAI COMINCIAMO A SCENDERE FINO AD ARRIVARE AI 3.200 METRI DI CUSCO. SOSTA IDRAULICA IN UN POSTO MOLTO MOLTO CARINO CON SERVIZI MOLTO DECOROSI…QUI UN LAMA SI E’ INNAMORATO FOLLEMENTE DI LINA. ABBIAMO ACQUISTATO TRE PAGNOTTE TIPICHE DI PANE DOLCIASTRO.

VISITA ALLA CAPPELLA SISTINA DEL SUD AMERICA…DAVVERO MOLTO INTERESSANTE, PITTURE SPETTACOLARI E ALTARI STILE CUSCHEGNO MOLTO PARTICOLARI, PECCATO CHE NON SI PUO’ FOTOGRAFARE, ALL’ESTERNO UN MERAVIGLIOSO ALBERO DI CORALLO CON I SUOI FIORI ROSSI SOPRA UN MERCATINO COLORATISSIMO. ARRIVO A CUSCO: MERAVIGLIA!!! CITTA’ MAGICA! OMBELICO DEL MONDO! QUI LA VERGA D’ORO DI MANCO CAPAC, NEL DODICESIMO SECOLO, SCOMPARVE NEL TERRENO AD INDICARE CHE QUELLO ERA IL LUOGO MIGLIORE PER DARE ORIGINE AD UNA NUOVA E POTENTE CIVILTA’. SIAMO IMMEDIATAMENTE UCITI DALL’ALBERGO PER IMMEGERCI NELLA CITTA’. DURANTE LA NOSTRA PASSEGGIATA NEL CENTRO DELLA CITTA’, NELLA FAMOSA PIAZZA DES ARNMES, CHE QUI E’ PARTICOLRMENTE AFFASCINANTE CON TUTTI I SUOI BALCONI DI LEGNO, ABBIAMO INCONTRATO LA PROCESSIONE DELL’ASSUNZIONE, COLORATISSIMA CON SUONI E BALLI BELLISSIMI. PRIMA SERA, INDAGINE NEI VARI NEGOZIETTI, CHE A DIR IL VERO SONO MOLTO……ECONOMICI, E SI RIESCONO A TROVARE LE STESSE COSE DI TUTTO IL PERU’, PER CUI…VIA AGLI ULTIMI ACQUISTI!!!!! POSADA ATHAUALPA MOLTO MOLTO GRAZIOSA, COLONIALE E FAMILIARE.

CENA FAI DA TE, SERVIZIO SCARSO SUPPORTATO DALLA NOSTRA BASSA MANOVALANZA, IN COMPENSO QUALITA’ BUONA. MENO MALE CHE E’ UN AMBIENTE CARINO, QUI DOBBIAMO PASSARE QUATTRO GIORNI….

16 AGOSTO MERCOLEDI -10^ GIORNO: VALLE SACRA DEGLI INCAS – CUSCO
ORE 8:00 INIZIO ESCURSIONI, VISITA A “CHINCHERO”, ABBIAMO AMMIRATO LE TECNICHE DEL COLORE DEI TENDAGGI IN UNA CASA TIPICA. LINA HA PROVATO IL ROSSETTO ALLA COCCINELLA…ACQUISTO DI STOLE DI ALPACHE E DI LAMA…FORSE MOLTO CARE, MA SICURAMENTE BELLE. NEL PERCORSO LUCIO CI HA SPIEGATO IL FUNZIONAMENTO DELLA CHICHA…MA NON CE L’HA FATTA BERE, SWE IN UNA CASA IL BASTONE CON IL CENCIO ROSSO E’ ALTO, ANCORA SI PUO’ ANDARE A BERE, SE SI ABBASSA LA CHICA E’ FINITA!

SUCCESSIVA VISITA ALLA FORTEZZA DI “OLLANTAYTAMBO” DOVE “TAMBO” STA PER MAGAZZINO, INFATTI LE MONTAGNE SONO RICCHE DI SYLOS. LA SALITA E’ STATA MOLTO FATICOSA E CI SONO STATE LE PRIME DEFEZIONI DA PATE DI LINA, ANNA E FILO. CLAUDIO HA AVUTO DEI MOMENTI CRITICI DURANTE IL CAMMINO INCAS CHE PORTAVA AL TEMPIO DEL SOL, MA NONOSTANTE LA STRIZZA HA PROSEGUITO EROICAMNTE. FOTO DI GRUPPO DAVANTI AL TEMPIO DEL SOLE, PARZIALMENTE DISTRUTTO, DOVE SI POSSONO AMMIRARE SEI MONOLITI PERFETTAMENTE INTAGLIATI ED UNITI, TRASPORTATI FIN QUI DA UNA CAVA CHE SI VEDE DALL’ALTRA PARTE DELLA MONTAGNA………..E’ DAVVERO IMPRESSIONANTE! MENTRE ANDAVAMO VIA DAL PAESINO ABBIAMO ASSISTITO AD UN TENTATO SUICIDO DALLE TORRI DI UN VECCHIO SYLOS.

APPENA ARRIVATI A PISAC, PRIMA DI IMMERGGERCI NEI COLORI DEL MERCATO CI SIAMO DIRETTI NEL VECCHIO FORNO DI ARGILLA PER MANGIARE LA FAMOSA “IMPANADA”, FOCACCIA RIPIENA DI FORMAGGIO POMODORO E CIPOLLA, PERCHE’ CHI LA MANGIA VIVE DI PIU’!!! MERCATO COLORATISSIMO E CON TANTISSIME COSE…FORSE TROPPE! ALCUNI NON HANNO COMPRATO NIENTE, ALTRI, DOPO TRATTATIVE ESTENUANTI, HANNO PORTATO A CASA UN BEL BOTTINO DI BUSTE PIENE DEI SOLITI OGGETTI DI ARTIGIANATO. VISITA ALLA NECROPOLI DI PISAC CON SCORCI PANORAMICI SULLA VALLE SACRA. ALL’ESCURSIONE, SAGGIAMENTE, NON HANNO PARTECIPATO CLAUDIO, DANIELE E ANNA. IL CAMMINO E’ STATO PERIGLIOSO, VENTOSO E FATICOSO, MA SICURAMENTE SPETTACOLARE.

CENA A BUFFET NELLA CASA ANDINA DI CUSCO, DIVERSA DALLE ALTRE, CON NUMEROSE PIETANZE E UN PO’ DI LITI AL BUFFETI………DOPO CENA RISHOPPING SERALE! ALLE 10 WANDA APPRENDE LA TRISTE NOTIZIA CHE IL SUO BAGAGLIO E’, FORSE, DEFINITIVAMENTE PERDUTO…SIAMO TUTTI DISPIACIUTI…..…FIGURIAMOCI LEI!!! SECONDO GIORNO E COLAZIONE SEMPRE SCARSA CON CONSEGUENTI CONTESTAZIONI CON IL RESPONSABILE DELL’ALBERGO CHE, DOPO AVER CONSULTATO IL PERSONALE, CI HA DATO “DEI BUGIARDI”. VANDA DOPO UN EFFETTO YO-YO, VALIGIA SI, VALIGIA NO HA MOSTRATO I PRIMI SEGNI DI ARRABBIATURA…NON FACENDO COLAZIONE! MA DOMANI E’ UN ALTRO GIORNO…..

17 AGOSTO MERCOLEDI -11^ GIORNO: - SALINE DI MARAS + MORAY –ROVINE VICINO CUSCO
ORE 8,00 PARTENZA PER SECONDO GIRO ALLA VALLE SACRA, LA PRIMA ESCURSIONE E’ ALL’ANFITEATRO DI MARAY, DOVE AMMIRIAMO L’INGENOSO SISTEMA DI TERRAZZAMENTI INCA A FORMA APPUNTO DI ANFITEATRO, DISCESA RIPIDA E SCOMODA SU GRADINI, ANZI GRADONI PARTICOLARI, ARRIVATI AL CENTRO IN BASSO RITO PER RICARICA ENERGIA CON LUCIO………E POI SALITA SPAVENTOSA, SEMPRE CON I SOLITI GRADONI , PER RITORNARE AL PULMANN! FRANCHINO BLOCCA LA FILA AL BAGNO PER UN DOLORES DE PANZAS….STRANO PERCHE’ RISULTA ESSERE UN INAPPETENTE CHE SI FIONDA SU TUTTE LE NOVITA’ CULINARIE…… SULLA STRADA DEL RITORNO ABBIAMO INCONTRATO UN GREGGE TRANQUILLO CHE OCCUPAVA TUTTA LA CARREGGIAT E CON IL PULMAN CI SIAMO MESSI IN FILA……. SUCCESSIVA TAPPA ALLE SALINE DI MARAS.

SUGGESTIVO IMPATTO BIANCO SULLA TERAZZA DI TERRA ROSSA! ABBIAMO VISTO COME SBIANCANO IL SALE E NELLE VARIE TERRAZZE….A QUASI TUTTI HANNO ASSAGGIATO LE FAVE FRITTE SALATE…..SPERIAMO BENE ( ALTRA SCHIFEZZA). NEL RIENTRO A CUSCO CI SIAMO FERMATI NELLA FONTANA DAI POTERI MAGICI………( RICRESCITA CAPELLI E…ALTRO) QUALCUNO SI E’ SOTTOPOSTO A NON SI SA BENE CHE TIPO DI TRATTAMENTO……..IN SEGUITO ABBIAMO VISITATO LE ROVINE DI QUENKO, LUOGO DI SCACRIFICI, ANCHE UMANI…..E DI RITI LEGATI ALLA FERTILITA’. SUCCESSIVAMENTE SIAMO ARRIVATI A SACSAYUAMAN, UNA IMPONENTE FORTEZZA…PURTROPPO DISTRUTTA DAGLI SPAGNOLI PER L’80% ( HANNO UTILIZZATO LE PIETRE PER LA COSTRUZIONE DI CUSCO) POSTO BELLISSIMO E SUGGESTIVO ANCHE COSI’…LE PIETRE DAVVERO ENORMI SULLA SPIANATA CONFERISCONO AL LUOGO UN FASCINO PARTICOLARE. NEL 1985 QUANDO PAPA GIOVANNI PAOLO II E’ STATO IN PERU’, HA CELEBRATO UNA MESSA PROPRIO QUI DAVANTI A MIGLIAIA DI FEDELI!

OGGI IL 24 GIUGNO DIU OGNI ANNO SI FESTEGGIA L’INTI RAYMI, UNA FESTA DAVVERO COLORATA CHE RICHIAMA GENTE DA TUTTO IL PERU’ E NON SOLO! VISITA ALLA CITTA’ DI CUSCO, PER PRIMA COSA VISITIAMO LA CHIESA DI SANTO DOMINGO . CHE SORGE SULLE ROVINE DEL CORICANCHA, CHE IN LINGUA QUECHUA SIGNIFICA, CORTILE D’ORO, CHE E’ IL PRINCIPALE TEMPIO INCA DI CUSCO. LA CHIESA E’ CROLLATA DIVERSE VOLTE PER VARI TERREMOTI, MA E’ SEMPRE STATA RICOMPOSTA. SUCCESSIVA VISITA ALLA CATTEDRALE, STILE BAROCCO, MOLTO MOLTO RICCA, QUI ABBIAMO VISTO TRA L’ALRO UN DIPINTO DELL’ULTIMA CENA DOVE GESU’ E GLI APOSTOLI MANGIANO IL PORCELLINO ..( CHE NOI MANGEREMO SUBITO DOPO ….)E BEVONO LA CHICA…CHE PURTROPPO NOI NON ABBIAMO POTUTO ASSAGGIARE……. RIENTRO VELOCE IN ALBERGO, GIUSTO IL TEMPO PER GUSTARE I PORCELLINI CHE IL RISTORATORE CI HA CONSEGNATO IN PULMANN, ACCOMPAGNAT DA UNA BOTTIGLIA DI ANICE!!!!! DEL RSTO NON SI POTEVA FARE A MENO DI ASAGGIARE IL PORCELLINO D’INDIA, UNA DELLE SPECIALITA’ DELLA CUCINA PERUVIANA!!!

CENA IN CUSCO CON SPETTACOLO FOLCRORISTICO MOLTO COLORATO E PIETANZE DAVVERO BUONE E DIVERSE ( SU TUTTO IL CARPACCIO DI ALPACA E IL CEVICHE….)…..GUIDO SI E’ ESIBITO IN UNA DANZA CON CANDELE…..NEL SEDERE ( I SUOI PANTALONI HANNO ANCORA IL SEGNO!) SHOPPING NELLA ZONA DIETRO LA CATTEDRALE A BASE DI CERAMICHE MOLTO MOLTO INGONBRANTI!

18 AGOSTO GIOVEDI – 12^GIORNO: CUSCO - MACHUPICCHU – CUSCO
E’ ARRIVATO IL GRANDE GIORNO……..ORE 4,00 SVEGLIA, VELOCE COLAZIONE, PULMANN DIREZIONE OLLANTAYTAMBO DOVE CI ASPETTA IL TRENO VISTADOM CHE CI PORTERA’ IN POCO DI PIU’ DI UN’ORA AD ACQUA CALIENTES, PAESINO AI PIEDI DEL MACCHU PICCHU.

ARRIVATI ALLA STAZIONE TUTTI A BORDO, POSTI NUMERATI: A DESTRA VISTA MONTAGNA, A SINISTRA VISTA FIUME URUBAMBA: SPETTACOLO INCREDIBILE, INCONTRIAMO PONTI INCAS, QUALCHE ROVINA, CAMPI CON TENDE CHE ACCOLGONO I TEMERARI CHE FANNO L’INKATRAIL, 20, 10, 8, O 4 KM A PIEDI!!! SERVIZIO DI BORDO CON HOSTESS…….COLAZIONE SERVITA………MA IL PAESAGGIO E’ DAVVERO MOLTO MOLTO SUGGESTIVO, ARRIVO ALLE ORE 8,00 AD ACQUA CALIENTES, ATTRAVERSAMENTO VELOCE DEL MERCATINO CHE CI ASPETTA AL RITORNO E PULMANN PER PERCORRERE L’ULTIMA ARRAMPICATA, SDRADA A ZIG ZAG, CON TORNANTI A GOMITO E…DOPO 20 MINUTI ARRIVIAMO ALL’INGRESSO DEL SITO ARCHEOLOGICO PI’ MAGICO DEL MONDO!!!!

LASCIAMO AL DEPOSITO BAGAGLI I PESI SUPERFLUI E LE NOSTRE GIACCHE A VENTO ( ORMAI NON SERVONO PIU’ IL SOLE SI E’ ALZATO E COMINCIA A SENTIRSI! IL TEMPO PER FORTUNA CI ASSISTE…QUI MOLTO SPESSO PIOVE O COMUNQUE C’E’ SEMPRE NEBBIA….SIAMO MOLTO EMOZIONATI E SEGUIAMO TUTTI LUCIO NEL PERCORSO IMPERVIO CHE IN BREVE TEMPO,….MA TUTTO IN SALITA…, CI ACCOMPAGNA SULLA TERRAZZA DA CUI POSSIAMO FINALMENTE AMMIRARE…..LA MERAVIGLIA!!!!! AI VOGLIA A VEDERE FOTO, FILMATI, DOCUMENTARI…QUELLO CHE APPARE DAVANTI AI NOSTRI OCCHI E’ DAVVERO INDESCRIVIBILE!…SEMPLICEMENTE MERAVILGIOSO! QUELLO CHE COLPISCE NEL SITO FORSE NON SONO LE MAESTOSE ROVINE, MA SOPRATTUTTO L’AMBIENTE NATURALE IN CUI QUESTE SONO INSERITE.

C’E’ DA RIMANERE DAVVERO STUPITI DALLA BELLEZZA DEL POSTO…. PENSO PROPRIO CHE SIA IL PIU’ BELLO DEL MONDO…ALMENO PER ME! E’ UN POSTO DAVVERO MAGICO DOVE SI VIVE UNA EMOZIONE DAVVERO INDIMENTICABILE, FORSE TUTTO DIPENDE DALL’ENERGIA SPRIGIONATA DALLA ROCCIA SACRA DELL’OROLOGIO…QUI TUTTI ABBIAMO POGGIATO LE MANI, MA SENZA TOCCARRE, PER RICARICARCI DI ENERGIA. PURTROPPO NON E’ STATO POSSIBILE SCALARE LA MONTAGNA GIOVANE, HUAYNA PICCHU, INFATTI ALLE 12,00 ERANO GIA’ ENTRATE LE 400 PERSONE AMMESSE GIORNALMENTE, QUINDI LA MAGGIOR PARTE DEL GRUPPO DELUSA DI CIO’, DOPO UN VELOCEPIC NIC ( ERA SEVERAMENTE VIETATO MANGIARE….

MA CI SONO ANCHE LE PROVE FOTOGRAFICHE…. SI E’ DOVUTO ACCONTENTARE DELLA PASSEGGIATA AL TEMPIO DEL SOLE. LUCIO CI HA SPIEGATO TUTTI I PUNTI IMPORTANTI DEL SITO, DALLA CASA DELGUARDIANO, AL TEMPIO DEL SOLE, AL TEMPIO DEL CONDOR, DELL’OROLOGIO, IL TREMPIO DELLE TRE FINESTRE, IL TEMPIO PRINCIPALE, LE VASCHE CERIMONIALI E POI CI HA LASCIATO LIBERI, PER GODERE FINO IN FONDO LA MAGIA DI QUESTO POSTO.

ALLE TRE DEL POMERIGGIO ABBIAMO DOVUTO LASCIARE IL SITO…..MA L’EMOZIONE PROVATA CE LA PORTEREMO PER SEMPRE CON NOI! SOSTA AL MERCATINO DI ACQUA CALIENTES, DOVE QUALCUNO ( GUIDO ) E’ STATO LETTERALMENTE MANGIATO DAI FAMOSI MOSQUITOS! QUALCUNO HA APPROFITTATO DI UN OTTIMO E GUSTOSO FRITTO DI PESCE AMBULANTE, E POI TUTTI DI NUOVO SUL TRENO PER IL RIENTRO A CUSCO. PER STRADA QUALCHE PICCOLA DISCUSSIONE SUL PROSIEGUO DELLA SERATA E CENA AL RISTORANTE INKA, ARREDO MOLTO PARTICOLARE, CAMERIERI IN COSTUME, AMBIENTE MOLTO CARINO, PIETANZE OTTIME…….MA COME AL SOLITO IL SERVIZIO LASCIA UN PO’ A DESIDERARE.

19 AGOSTO VENERDI –13^ GIORNO: CUSCO - LIMA CITY
SVEGLIA PRESTISSIMO…ALLE ORE 4,00 LASCIAMO L’ALBERGO PER AVVIARCI ALL’AEROPORTO, ALE 7,30 ABBIAMO IL VOLO PER LIMA. QUI DISCUSSIONE ACCESISSIMA AL CHECK INN, POICHE’ QUELLI DELLA COMPAGNIA AEREA NON VOLEVANO BAGAGLIO A MANO O QUASI…..HANNO FATTO IMBARCARE QUASI TUTTO…. POI ALLA FINE TRE BORSE CONTENETI LE COSE FRAGILI LE HANNO FATTE IMBARCARE, 14 SOLES PER LA TASSA ! ARRIVATA A LIMA CI HANNO ACCOLTO IL MARITO DI GIUSY, CHE AVEVAMO CONOSCIUTO ALL’ANDATA, E UNA GUIDA MOLTO POCO CARISMATICA: DORA, FORSE LA PIU’ SCIALBA DI TUTTO IL TOUR.

TOUR CITY LIMA, CITTA’ POCO ATTRAENTE! ARRIVO ALL’ALBERGO GRAND HOTEL FARAONA, CHE GIA’ CI AVEVA ACCOLTO IL PRIMO GIORNO, MOLTO ACCOGLIENTE. CI SIAMO DISPERSI PER IL PRANZO, CHI HA SCELTO UN RISTORANTINO TIPICO PER DEGUSTARE PESCE O CARNI PARTICOLARI, CHI HA SCELTO MC DONALDS PER IL CLASSICO PANINO E PATATINE FRITTE, CHI, I PIU’ NUMEROSI HANNO OPTATO PER PIZZA HUT, DOVE PURTROPPO E’ ACCADUTO UN FATTO DAVVERO SPIACEVOLE! HANNO RUBATO LA BORSA DI DOMENICO CONTENENTE LA MACCHINA FOTOGRAFICA (…..APPENA RECUPERATA DOPO UN PRECEDENTE FURTO ….)

GLI OCCHIALI, LE FOTO DEL MACCHU PICCHU E PURTROPPO ANCHE IL PASSAPORTO DI MARTA! SITUAZIONE COMPLICATA TAMPONATA DOPO LUNGHE ORE IN AMBASCIATA. DOVE HANNO RILASCIATO UN FOGLIO DI VIAGGIO DELLA DURATA DI 30 GIORNI……….MA VALIDO SOLO PER RIENTRARE IN ITALIA……..E DOMANI DOVREMO SBARCARE IN VENEZUELA!!!! SPERIAMO BENE… GIRO A LIMA ALLA RICERCA DI UNA VALIGIA, MA SEMBRA CHE QUI NON SIA UN BENE DI PRIMA NECESSITA’, ABBIAMO VISITATO DUE CENTRI COMMERCIALI DI CUI UNO MOLTO MOLTO BELLO CON AFFACCIO SULL’OCEANO: SPETTACOLARE! IN SERATA PASSEGGIATA NEL CAOS DI LIMA E ULTIMI ACQUISTI NELLA STRADA DEGLI ARGENTIERI! CENA PIU’ CHE DISCRETA IN HOTEL E……. A NANNA PRESTO PERCHE’ CI ASPETTA UNA BELLA LEVATACCIA!

20 AGOSTO SABATO – 14^GIORNO: LIMA - PANAMA
con volo HK9 delle ore 06, 23 arrivo a Panama alle 9,53 partenza alle 11,35 e arrivo a CARACAS alle 14,49 + volo LOS ROQUES SVEGLIA ANORA PRIMA DELL’ALBA ….ALLE 2,30, VELOCE COLAZIONE,CHECK INN MIGLIORE DI IERI, PAGAMENTO SOLITA TASSA,. VOLO PER PANAMA, QUALCHE TURBOLENZA E ARRIVO ALL’AEROPORTO PANAMENSE MOLTO AFFOLLATO DI GENTE E NEGOZI….

QUI RITARDO ALL’IMBARCO PER CARACAS, L’AEREO NON C’E’, NON ARRIVA…RISCHIO DI DORMIRE A CARACAS ALTO……MA POI FINALMENTE ARRIVA E STRADA FACENDO RECUPERA MOLTO! ECCO CI SIAMO, SIAMO ARRIVATI A CARACAS , LA FAMIGLIA NUCCI STA TENTANDO DI PASSARE ALL’IMMIGRAZIONE………MA QUANDO ARRIVA IL DOCUMENTO DI MARTA………PROBLEMI,PROBLEMI, PROBLEMI……..PER LORO E’ UNA CLANDESTINA IN VENEZUELA E NON POSSONO ASSOLUTAMENTE FARLA ENTRARE! SI DECIDE DI ANDARE TUTTI E 27 DALLA CAPA AD ESPORRE IL PROBLEMA , NON E’ SUFFICIENTE, QUINDI SI CHIAMA IL CAPO DELLA CAPA E DI NUOVO CERCHIAMO DI ESPORRE DI NUOVO LA SITUAZIONE…..CONTATTIAMO TELEFONICAMENTE IL BOSS DI LOS ROQUES GIORGIO……….MA POI……CON UN MEZZP MOLTO MOLTO EFFICACE ANTONIO RIESCE A PORRE FINE A QUESTA TREMENDA E ANGOSCIOSA SITUAZIONE! MARTA E’ CON MOI PER PROSEGUIRE LA PARTE FINALE DEL NOSTRO MERAVIGLIOSO VIAGGIO.

QUI LA TEMPERATURA E’ DECISAMENTE ESTIVA….TRASFERIMENTO IN DUE TRANCHES A MEZZO BUS ALLA PARTENZA DEI VOLI NAZIONALI, DIVISIONE DELLE VALIGE, QUELLE CHE VANNO AL MARE VENGONO PESATE ……QUASI TUTTE CON LO………ZAMPINO DI ROBERTO ( 267 KG…FRANCHIGIA PERMESSA 270…NE MANCANO ADDIRITTURA 3) E QUELLE DEL PERU’ CHE VENGONO LASCIATE QUI…………SPERIAMO DI RITROVARLE AL RITORNO! PIETRO E FILOMENA HANNO MESSO UN FIOCCHETTO ROSSO SULLE PROPRIE PER POTERLE IDENTIFICARE FRA TRE GIORNI! DOPO AVER PAGATO DI NUOVO LA FAMOSA TASSA, ABBIAMO FATTO UNA SORTA DI IMBARCO, IN DUE AEREI DA CIRCA 18 PERSONE L’UNO: TRASVOLATA DI CIRCA 40 MINUTI DAVVERO EMOZIONANTE! ATTESA PRIMA DEL DECOLLO CON TEMPERATURA TROPICALE, POI IL PILOTA HA CHIUSO IL FINESTRINO…ED E’ PARTITO! DOPO UN PO’ ABBIAMO COMINCIATO A SCORGERE IL PARADISO …….

COLORI STUPENDI DELL’ARCIPELAGO DI LOS ROQUES E FINALMENTE ABBIAMO ATTERRATO IN UNA PICCOLISSIMA PISTA DIRETTAMENTE SUL MARE! APPENA SCESI DAL PICCOLO AEREO CI SIAMO RESI CONTO SUBITO DEL POSTO , TORRE DI CONTROLLO SUL CAMION, PISTA STERRATA…E PAGAMENTO PER L’ENTRATA AL PARCO NATURALE DI LOS ROQUES (15$)…OGNUNO INDIVIDUATO IL PROPRIO OMINO SI E’ DIRETTO ALLA PROPRIA ABITAZIONE, O MEGLIO POSADA. IO E GUIDO SOLI SOLETTI ALLA TROPICANA, RAGAZZO NUCCI+ DOMENICO E FAMIGLIA FARAGLIA ALLA PAIZO AZUL II.

FAMIGLIA CIANFRINI, BENE E RITA ALLA CORSARIA. CONIUGI NUCCI, LINA E GIULIANO, ROBERTO E JACOPO ALLA SOL Y LUNA. FRANCO , ANNA E VANDA, INSIEME A FRANCO E MARGHERITA E IN COMPAGNIA DI PIETRO E FILOMENA ALLO ALLOGGIATO ALLA TERRAMAR. PRENDIAMO SUBITO CONTATTO CON L’ISOLA…CENA E DOPOCENA IN PIAZZA DOVE OGNUNO RACCONTA LE PROPRIE IMPRESSIONI SULLA CENA, SULLA POSADA, E SULL’ISOLA IN GENERE! SICURAMENTE IL POSTO E’ PARTICOLARE, SICURAMENTE DIVERSO E MIGLIORE DA TUTTO QUELLO CHE IL TURISMO ORGANIZZATO CI PROPINA………MA FORSE NON PER TUTTI. DOBBIAMO DECIDERE SUBITO LA META PER DOMANI….MADRISQUI’ E CAYO PIRATA E’ LA META PRESCELTA.

foto tratta da Perù e Los Roques, di Mirella D'Angelo
21 AGOSTO DOMENICA
ORE 9,45 APPUNTAMENTO AL MOLO, TUTTI CON I BOX CARICHI DI BEVANDE E CIBO PER IL PRANZO IN ATTESA DELLA NOSTRA BARCA, ANZI DUE PERCHE’ 27….NON C’ENTRANO SU UNA BARCA. C’E’ CHI HA SBAGLIATO MOLO….E SI STAVA IMBARCANDO CON CHISSA’ CHI E CHISSA’ PER DOVE……MA POI FINALMENTE SI PARTE.

A DETTA DI MOLTI LA META DI OGGI E’ FORSE L’ISOLA MENO BELLA……….E MENO MALE , PERCHE’ PER NOI E’ BELLISSIMA, FIGUARIAMOCI QUELLO CHE CI ASPETTERA’ NEI PROSSIMI GIORNI! BAGNI IN FINITI E PASSEGGIATE SULLA LINGUA DI SABBIA CHE COLLEGA LE DUE ISOLE, CASE DEI PESCATORI, MONGROVIA DAL VERDE INTENSO, PELLICANI A PESCA DI PESCI E GRAN FINALE CON PARITA DI CALCIO TRA GIOVANI E MENO GIOVANI.

DOMANI LA META SARA’ CAYO MUERTO, VISTO CHE LA PROPOSTA DI CAYO DE AGUA E’ STATA SCARTATA DA QUALCUNO PER IL SOVRAPPREZZO (28$) 22 AGOSTO LUNEDI’
OGGI CAYO MUERTO: ISOLA DEL NAUFRAGO, STRISCIA DI TERRA PRIVA DI QUALSIASI VEGETAZIONE, SOLO SABBIA BIANCHISSIMA, LUNGA CIRCA 60 METRI E NON PIU’ LARGA DI 15, SITUAZIONE MOLTO PARTICOLARE, I NOSTRI OMBRELLONI COPRIVANO BUONA PARTE DELL’ISOLA…..MA SPERIAMO CHE NON ARRIVI L’ALTAMAREA….!

23 AGOSTO MARTEDI’
OGGI PIETRO E FILOMENA CI LASCIANO, DEVONO RIENTRARE PRIMA PER UN MATRIMONIO! RESTIAMO SOLO IN 25 A PROSEGUIRE LA VACANZA. PER OGGI LA META PRESCELTA E’ FRANCISQUI, LA PARTE DELLA PISCINA! ISOLA MOLTO BELLA ANCHE SE UN PO’ AFFOLLATA ( SI FA PER DIRE…IL CONCETTO DELL’AFFOLLAMENTO QUI E’ DIVERSO..) ACCESA DISCUSSIONE CON UN BIONDO TINTO LOCALE PER UN PARCHEGGIO SELVAGGIO DI UN BARCONE….. SNORKELLING MOLTO INTERESSANTE E PRANZO DI ALCUNI AL RISTORANTE POPOLATO DI LUCERTOLONI NERI E GRANCHI ENORMI.
IN SERATA ACCESE DISCUSSIONI ALL’ACQUAMARIMA DA ISMAIL, IL NOSTRO REFERENTE LOCALE, FORSE BISOGNAVA CHIARIRE PRIMA CERTI ASPETTI NEGATIVI DI ALCUNE SISTUAZIONI OCO SIMPATICHE CHE SI SONO VENUTE A CREARE IN ALCUNE POSADE.

24 AGOSTO MERCOLEDI’
OGGI E’ IL GIORNO DI CAYO DE AGUA………..FORSE NON E’ STATA LA SCELTA MIGLIORE….IL MARE E’ UN PO ARRABBIATO…MA DEL RESTO ABBIAMO SOLO DOMANI , QUINDI…. 1 ORA DI VIAGGIO TRA UN’ONDA ED UN’ALTRA, SECCHIATE D’ACQUA E BOTTE CONTINUE….

IL PERCORSO NON E’ STATO AFFATTO PIACEVOLE…SIAMO ARRIVATI ALLA META COMPLETAMENTE ZUPPI E INFREDDOLITI, CI SIAMO SISTEMATI ED ABBIAMO INIZIATO SUBITO A FARE FOTO BAGNI E PASSEGGIATE IN QUESTO POSTO DAI COLORI INDESCRIVIBILI……..TUTTE LE TONALITA’ DELL’AZZURRO E DEL VERDE SONO PRESENTI IN QUESTE ACQUE…. ALLE 15 LE BARCHE CI HANNO PORTATO VIA DA QUESTO PARADISO, NELLA STRADA DEL RITORNO CI SIAMO FERMATI A ESPENQUI, MENO MALE, PERCHE’ IL MARE E’ ANCORA PESSIMO E IL VIAGGIO ALQUANTO TURBOLENTO….C

OMUNQUE ANCHE QUESTA ISOLA E’ UN PARADISO, SLITE FOTO, BAGNI E PICCOLA PASSEGGIATA PER PRENDERE CONTATTO CON L’ISLA, DOPO MEZZ’ORA CIRCA SIAMO RIPARTITI PER RITORNARE A CASA…MA SULLA STRADA DEL RITORNO ( IL MARE SEMPRE ARRABBIATO) IL MOTORE DI UNA BARCA SI E’ SPENTO….SUSPANCE….DOPO POCO E’ RIPARTITO! 25 AGOSTO
ULTIMO GIORNO DI MARE, L’ISOLA SCELTA OGGI E’ STATA CRASQUI, A PARER MIO LA PIU’ BELLA…….SE LE ALTRE SI POSSONO DEFINIRE MEN BELLE!!!

DOPO UN’ACCESA DISCUSSIONE CON L’UOMO DI GOMMA ISMAIL ( ALCUNI RAGAZI ITALIANI CHE ABBIAMO COONOSCIUTO LO HANNO DEFINITO – UN VENEZUELANO STRESSATO PIU’ DI UN MILANESE- E FORSE HANNO RAGIONE) ABBIAMO CONCORDATO DI PAGARE MEZZO PREZZO E PARTIRE SUBITO…..O QUASI PER QUEST’ULTIMA DESTINAZIONE! APPENA ARRIVATI ABBIAMO FATTO SUBITO CONOSCENZA CON DUE ABITANTI DEL LUOGO: I CANI PESCATORI! ISOLA PIENA ( NEL VERO SENSO DELLA PAROLA ) DI CONCHIGLIONI MERAVIGLIOSO….E NON ABBIAMO POTUTO FARE A MENO DI FARNE NOSTRA QUALCUNA…COME RICORDO NATURALMENTE! PESCA MIRACOLOSA DI QUALCUNO ( DANIELE, MATTEO,GUIDO E CLAUDIO ) CON IL CAPITANO DELLA BARCA: BOTTINO SENSAZIONALE IN POCHISSIMO TEMPO HANNO PESCATO NUMEROSI PESCI, MA SOPRATTUTTO DANIELE HA PESCATO UN PESCE ENORME!!!!( VEDI FOTO) SICURAMENTE UNA BELLA SODDISFAZIONE….

E QUESTA SERA SE LI FARANNO CUCINARE IN POSADA! CERCHIAMO TUTTI DI GODECI QUESTO MERAVIGLIOSO MARE FINO ALL’ULTIMO…… BENIAMINO AVEVI RAGIONE QUANDO MI DICEVI CHE QUESTO MARE E’ IL PIU’ BELLO DEL MONDO……. SCONSIGLIATO AGLI AMANTI DEI VILLAGGI TURISTICI.! ALLE 17,30 LE BARCHE SONO PRONTE A RIPORTARCI IN POSADA, UN PO’ TRISTI PER LA CONSAPEVOLEZZA CHE QUESTO VIAGGIO BELLISSIMO STA DAVVERO TERMINANDO…… AL TRAMONTO CI SIAMO TROVATI IN MOLTI A FOTOGRAFARE I MERAVIGLIOSI COLORI CHE CIELO, MARE E CONTESTO CI HANNO REGALATO…..DIFFICILMENTE SI POTRANNO DIMENTICARE1 RITROVO DOPO CENA IN PIAZZA PER QUALCHE PICCOLO SOUVENIR, SOPRATTUTTO LE MAGLIETTE DIPINTE DAL GIOVANE …….CHE POI HO SAPUTO ESSERE IL FRATELLO DI ISMAIL.

26 AGOSTO 20^ GIORNO: LOS ROQUES - CARACAS
volo alle 16,35 arrivo a FRANCOFORTE alle 8,15 DEL 27 agosto, partenza da FRANCOFORTE alle 9,35 e arrivo a ROMA alle 11,20 SVEGLIA TRANQUILLA, ULTIMA PASSEGGIATA PER GRANDE ROQUE, SALUTI, FOTO, ABBRACCI CON I POSADIERI E LAVORANTI IN LOCO…………. APPUNTAMENTO ALLE 10,30 PER LA PARTENZA, QUI TROVIAMO UN BANCO DEL CECK INN PARTICOLARE……LE GAMBE DI UN GIOVANE ACCOVACCIATO PER TERRA CHE DOPOAVER SCRITTO CI CONSEGNA UNA SORTA DI CARTA DI IMBARCO E CON ESSA CI AVVICINIAMO AL NOSTRO AEREO….MA E’ GRANDE, PER IL RITORNO RIUSCIAMO AD ESSERE TUTTI NELLO STESSO AEREO, QUI CI SONO BEN 28 POSTI PIU’ BAGAGLI!
TRASVOLATA CON PANORAMA MOZZAFIATO…..L’ARCIPELAGO E’ BELLISSIMO, ATTERRAGGIO A CARACAS E SOLITO TRASBORDO. DISCUSSIONE ACCESA CON IL PERSONALE, CI VOLEVANO FAR PAGARE UNA FOLLIA PER IL DEPOSITO BAGAGLI, ABBIAMO CHIUSO CON IL PAGAMENTO DI 5 DOLLARI PER IL TRASBORDO DAI NAZIONALI AGLI INTRNAZIONALI! MENTRE CI AGGINGEVAMO AL BANCONE DELLA LUFTHANSA SIAMO STATI AVVICINATI DA UN SIGNORE MOLTO SERIO CHE CI HA OFFERTO 60° EURO IN CONTANTI, HOTEL 5 STELLE CON PISCINA…IN CAMBIO DI UNA PARTENZA PER FRANCOFORTE CON 24 ORE DI RITARDO…..ALCUNI HANNO ADERITO E QUINDI IL VIAGGIO DI RITORNO E’ STATO FATTO SOLO DA 13 PERSONE. PERTURBAZIONI, FILM, PASTI, SPUNTINI CI HANNO ACCOMPAGNATO E DOPO AVER FATTO SCALO A FRANCOFORTE SIAMO ARRIVATI SCONVOLTI DALLA STANCHEZZA E DAL FUSO A ROMA ALLE ORE 12,00! CONSIDERAZIONI FINALI COME ORMAI ACCADE DA UN PO’ DI TEMPO, PROGRAMMARE PER TUTTO L’ANNO UN VIAGGIO, LEGGENDO LIBRI E CATALOGHI, NAVIGANDO IN INTERNET, VEDENDO DOCUMENTARI, ASCOLTARE RACCONTI DI CHI C’E’ GIA’ STATO SUL POSTO E COMINCIARE A SOGNARE…….

E’ STATO SENZA DUBBIO IL MODO MIGLIORE PER ME PER PREPARARMI A QUESTO VIAGGIO DEI VIAGGI! DESIDERATO DA MOLTISSIMI ANNI, SPESSO SCARTATO PER DIVERSE RAGIONI, LA REALIZZAIONE E’ STATA MOLTO FATICOSA, PERCHE’ PER LA PRIMA VOLTA MI SONO RIVOLTA A ORGANIZZAZIONI LOCALI, CON TUTTA LA DIFFIDENZA NECESSARIA PER CERCARE DI CAPIRE LA LEALTA’ E LA VERIDICITA’ DI CHI , ALL’ALTRO CAPO DEL MONDO MI OFFRIVA SERVIZI E ORGANIZZAZIONI, HO CERCATO DI ESSERE MOLTO ATTENTA A TUTTE LE SFUMATURE DIVERSE CHE SI INTRAVEDEVANO DAI MESSAGGI, DAI SITI, ED ANCHE DA QUALCHE TELEFONATA, POI CON IL BENESTARE DEL GRUPPO HO DECISO CHE QUESTO POTEVA ESSERE IL NOSTRO VIAGGIO!

POI , UNA VOLTA PARTITI, E’ STATO MOLTO IMPORTANTE VIVERE SUL POSTO IL PIU’ POSSIBILE A CONTATTO CON LA REALTA’, CERCANDO DI CAPIRE E PARTECIPARE REALMENTE CON LA POPOLAZIONE, OSSERVARE MINUZIOSAMENTE I LUOGHI, CHE MAGARI GIA’ CONOSCEVO SULLA CARTA, VIVERE LE MANIFESTAZIONI CHE SI INCONTRANO, CERCANDO DI OSSERVARE IL TUTTO SOTTO OGNI PUNTO DI VISTA POSSIBILE, CERCANDO ANCHE DI ESSERE CRITICI IN MODO DA POTERMI FARE UNA IDEA TUTTA MIA DI QUELLO CHE SI STAVA VISITANDO.

AL RIENTRO, LA SISTEMAZIONE DELLE FOTO, LA VISTA DEI FILMATI, L’ASCOLTO DELLE MUSICHE E LA SISTEMAZIONE DEI VARI ACQUISTI ( NON SEMPRE DI OTTIMO GUSTO!!!) E SOPRATTUTTO GLI INCONTRI E I RACCONTI DELLE PROPRIE EMOZIONI COMPLETANO IL LAVORO INIZIATO UN ANNO PRIMA( …A VOLTE COME QUEST’ANNO, ANCHE DI PIU’…) MA NON LO FINISCONO ASSOLUTAMENTE PERCHE’ LE EMOZIONI CHE SI SONO PROVATE RESTERANNO SEMPRE VIVE DENTRO DI ME E SPERO NON SOLO PER ME!! FORSE ABBIAMO AVUTO SITUAZIONI POCO PIACEVOLI, DOVUTE SPESSO ALLA SFORTUNA, CONTRO LA QUALE NESSUNO PUO’……MA IN CONCLUSIONE SPERO CHE POSSA ESSERE CONSIDERATO DA TUTTI UN MERAVIGLIOSO VIAGGIO! .




Nessun commento inserito, lascia il tuo commento

perfeziona la tua ricerca


quasiasi data di partenza